Settimana Santa – Programma

aprile 14, 2017 in news

Settimana Santa

Programma

 

 

La Settimana Santa, vissuta liturgicamente, attualizza sempre l’unico mistero pasquale dell’ultimo atto della vita di Gesù.

A Gerusalemme fin dal IV secolo (diario di viaggio di Egeria), si descriveva nei dettagli la liturgia dopo la Domenica delle Palme e si pensò di riprodurre il più esattamente possibile, l’ingresso di Gesù nella Città Santa.

Con Domenica delle Palme iniziamo il percorso di Gesù verso passione, croce, morte e resurrezione.

Domenica delle Palme, 9 aprile: La Messa inizierà alle h. 10.00, ma si prega di venire un po’ prima, in tempo per prendere i rami di ulivo e ricevere la benedizione. Poi in processione si entrerà in chiesa per la Celebrazione Eucaristica, durante la quale ascolteremo insieme la “passio”, condividendo il mistero della sofferenza di Dio per l’uomo peccatore.

Già alla fine del IV secolo, Sant’Ambrogio di Milano usava l’espressione “Triduum Sacrum”, indicando le tappe storiche del mistero pasquale: durante quei tre giorni in cui Cristo patì, morì e risorse. Sant’Agostino ricorrerà invece all’espressione “Sacratissimum Triduum” per designare i tre giorni del Cristo “crucifixi, sepulti, suscitati”.

L’espressione ”Triduo Pasquale” non è anteriore al 1930.

Giovedì Santo, 13 aprile: alle h. 18.00 inizierà la Celebrazione Eucaristica, durante la quale si commemora l’istituzione dell’Eucarestia e del sacerdozio ministeriale da parte di Gesù, preceduti dalla lavanda dei piedi.

A fine Celebrazione, inizierà l’Adorazione Eucaristica all’altare della Reposizione (sepolcro) con l’animazione a cura dei gruppi della Parrocchia:

  • 19.30/20.00-20.30 bambini di prima comunione;
  • 20.30-21.30 cresime adolescenti;
  • 21.30-22.30 coppie matrimoniali e post matrimoniali;
  • 22.30-23.30 gruppo adoratori

Ovviamente questi turni riguardano solo i responsabili dell’animazione, mentre la visita a Gesù, presente nell’Eucarestia, è aperta a chiunque volesse adorare e pregare.

Venerdì Santo, 14 aprile: alle ore 18.00 inizia la venerazione alla Croce di Cristo.

Sempre dal diario di Egeria, si hanno dettagli determinanti per le funzioni del Venerdì Santo, accompagnate dalla celebrazione della Parola.

A Roma, dove si conservava una parte del legno della Croce, prese piede l’usanza di una venerazione simile a quella descritta da Egeria.

Sabato Santo, Veglia Pasquale, 15 aprile: è un giorno a-liturgico (un giorno di silenzio, meditazione e preghiera, in attesa della Resurrezione); la Veglia avrà inizio alle ore 22,00 con

sette letture, nella prima parte, attinte dall’Antico Testamento e con particolare rilievo per quella, tratta da Esodo 14,15-15,1, che non deve mancare mai e che descrive il passaggio del Mar Rosso da parte del popolo ebreo guidato da Mosè.